Quattro canzoni per svegliarsi bene.

1. Diva – (ma l’importante è che sia un qualunque canzone cazzuta di) Beyoncé.

Niente mi mette di buon umore se al risveglio mi sento giù di morale e lo specchio si prende gioco di me mostrandomi cose non vere come Beyoncé che canta uno dei suoi inni alla femminilità. Tra il rifare il letto e il mettere a posto i vestiti sparsi per casa mi concedo 10 minuti durante i quali mi immagino di indossare un pigiama fatto di paiette e di avere ai piedi delle moppine tacco 10 (ovvero il mio “freakum dress”); dopo aver fatto ciò guardando un video qualunque cerco di imitare le movenze e la voce di Beyoncé.

2. Jamie Lidell – What’s the use?

Insomma se ti sei svegliato male e vivi facendoti un sacco di paranoie per quel che riguarda il futuro Jamie ti dice “Life may sometimes be sad, but it’s always beautiful”; ovvero prenditela con calma, scendi dal letto, indossa la tua vestaglia di finta seta e inizia a cantare senza farti troppi problemi o domande poiché così facendo non vai da nessuna parte. Anzi vai al bar sotto casa battendo le mani e comprati una brioche cantando in falsetto.

3. Flying Lotus – GNG BNG

Per tutto lo scorso inverno ho avuto come sveglia “Nose Art” e questo perché mi faceva passare la voglia di dormire come un ghiro nel mio caldo letto. Il quel periodo vivevo al nord dove il sole sorgeva intorno alle 8 del mattino e tramontava alle 15:30 del pomeriggio, perciò svegliarmi presto era vitale per la mia psiche. Flying Lotus mi prendeva sempre a calci in culo rendendomi attiva alle 8.30 come un bambino affetto da ADHD. GNG BNG mi tornerà utile tra un paio di settimane quando inizierò una nuova routine fatta di studio e sveglie presto. Immagino già di uscire da sotto le coperte come se fossi un cobra che esce dalla cesta.

4. Ghostpoet – Love Confusion

“Love Confusion” è per quelle giornate durante le quali sono convinta che la mia passata vita amorosa sia davvero una tormentata da amori non corrisposti e/o corrisposti ma difficili da gestire; giornate in cui svegliandomi penso che non troverò mai più l’amore ma solo cose affini. Tempo 1 minuto e 50 secondi e torno in me stessa poiché mi ricordo dell’effetto Barnum che questa canzone ha su di me. Essendo un miscuglio di rap e dubstep mi dona la calma necessaria per prendere la bici e pedalare fino alla panetteria rappando sulla strada a squarciagola.

 

A.M.C

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: